Sara Mingione Nata a Milano, il 23.06.1975 Laureata presso L'Università degli Studi di Milano il 26.03.2001. Iscritta presso l'Ordine degli Avvocati di Milano dal 12.01.2006. Dopo aver collaborato con diversi studi legali di Milano, nasce, in data 01.03.2008, lo studio legale fondato dall'Avv. Sara Mingione. Il principio base di questo studio è il costante aggiornamento e l'attento ascolto delle problematiche dell'assistito, il quale viene accuratamente informato su ogni forma di tutela legale applicabile, a seconda del caso in esame. La varietà di materie di cui lo studio si occupa consente di individuare, di volta in volta, la migliore combinazione tra gli istituti giuridici previsti dal nostro ordinamento, spaziando dal diritto civile a quello penale al diritto di famiglia al diritto fallimentare e così via. Lo studio si occupa, infatti, principalmente, di diverse materie: - diritto di famiglia - tutela minori - proprietà e diritti reali - locazioni - diritto condominiale - diritto delle successioni - obbligazioni e contratti - responsabilità civile derivante dalla circolazione di veicoli e natanti - responsabilità medica - tutela consumatori - recupero del credito e procedure fallimentari - diritto penale. Ogni caso può intersecare diverse materie e l'assistito deve conoscere tutte le formule a tutela del suo interesse, scegliendo consapevolmente insieme al proprio legale, la strada più consona alla proprie esigenze. Chiunque si rivolge allo studio dell'Avv. Sara Mingione viene periodicamente informato sullo stato della propria pratica e su ogni circostanza utile al fine di risolvere la problematica. L'obiettivo che si prefigge lo Studio Legale Mingione è restituire all'assistito, con le modalità sopra indicate, il bene più importante e irrinunciabile: la serenità.

"Le Leggi non devono essere sempre dure,
Devono essere giuste.
E chi le applica deve riempirle di occhi e orecchie,
per sentire e vigilare quando sia necessario usare la fermezza
e quando la tolleranza e la comprensione.
Soprattutto le leggi non possono essere dei capestri per gli uomini,
Devono essere invece a servizio e a soccorso degli uomini"


   Natalia Ginzburg



°°°




"Un sovrano non può raccogliere l'esercito solo perché è mosso dall'ira,
e un generale non può andare in battaglia solo perché è indignato.
Se si è concordi riguardo ai vantaggi, ci si muova; in caso contrario, ci si arresti.
L'ira può tramutarsi in gioia, e l'indignazione in piacere; uno stato non può tuttavia risorgere dopo essere morto.
Il sovrano illuminato è quindi paziente, così come un abile generale è avveduto.
E' questa la via per mantenere in pace lo stato e conservare integro l'esercito
"

Sun Tzu